Toscana e Rinascimento. Non è esattamente un caso che si inizi da qui, adesso, una serie di seminari che io definisco di ‘management strategico’. 

Gli ultimi mesi hanno forzato tutti, senza esclusione ma con diversi livelli di consapevolezza, ad occuparsi di ‘strategia’ – e ci metterei pure anche il privato, noi, con le nostre vite completamente cambiate. Sicuramente, la vita delle aziende è radicalmente mutata, grandi e piccole si affrontano su terreni diversi, nuovi, per alcuni davvero mai visti prima. 

A Siena parte il primo di questi seminari, dedicato ad organizzazione e controllo, ed impatti su competitività e posizionamento di mercato: “I modelli di organizzazione e gestione. Opportunità e benefici”. Tre ore di lavori che garantiscono anche crediti formativi, quindi qualcuno potrebbe vedere semplicemente una casellina da smarcare sulle ‘cose da fare’. Grosso errore. 

La tesi che verrà discussa e sviluppata trasforma un’area tradizionalmente di ‘back office’ come la ‘gestione e safety’ in un momento di riposizionamento strategico, considerando gli impatti oggi sempre più elevati su marketing, comunicazione, influenza sui comportamenti d’acquisto, sul branding ed il posizionamento competitivo di un’azienda. Abbiamo lavorato con Roberto Carnesecchi (CSO Teseo Safety Division – Net Studio), Francesco Bini Verona (Direttore R&D Teseo Safety Division – Net Studio e membro UNI) e Vincenzo Fusco (AUSL Siena, e siamo riusciti a traguardare le nostre visioni singole per arrivare ad un ‘sincretismo’ di idee e punti di vista.

Interi segmenti economici sono stati colpiti dalla pandemia in maniera violenta – perdita di posti di lavoro, fatturati, clienti – e per alcuni si prospettano almeno altri due anni prima del ritorno non alla crescita assoluta ma ai livelli del 2019. I clienti, i ‘consumer’ o meglio si dovrebbe dire gli ‘utenti’ sono più sensibili ai concetti di ‘salute’, ‘benessere’, ‘sicurezza’, lo sono per offerte definite (hotel, ad esempio), lo sono per dettame governativo, lo sono perchè non si può far finta che non sia successo niente. 

Una lingua nuova a livello di azienda, che veda nel concetto vasto di ‘sostenibilità e benessere’ un nuovo modo di operare e comunicare, un’opportunità per crescere come mercato e come capacità e talenti, ecco, di questo alla fine si parlerà a Siena, ben oltre la compliance regolamentare sulla ‘safety ai sensi di…’  

Deconstruct-Siena

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi